Home Chi siamo

Chi siamo

       Autonomia Meridionale (AM), nasce per concepire e produrre un nuovo modo di intendere e fare politica territoriale.

Ai partiti nazionali tradizionali abbiamo pagato un tributo troppo alto. Non sempre, anzi quasi mai, negli anni, sono stati tutelati gli interessi della nostra terra.

E’ giunta l’ora dell’Autonomia dai partiti e dalla conseguente partitocrazia.

      Non è una protesta. E’ al contrario, un’assunzione di responsabilità. Per farci valere, per conquistare quanto ci spetta e che ancora oggi ci viene sistematicamente negato da parte di Governi Nord centrici.  Cominciamo a scrivere una pagina nuova della politica dell Sud e per il Sud Italia.

     Da sempre ormai, assistiamo inermi e rassegnati, alla perdita di competitività del territorio, (emarginazione, emigrazione, croniche carenze strutturali)  un dato di fatto che scaturisce da una classe politica che per quanto attiene molti dei suoi protagonisti, si è rivelata ascara e traditrice, fine a se stessa e che nulla o, quasi niente, ha saputo e voluto produrre in termini di sviluppo complessivo.

     I partiti tradizionali, la partitocrazia italiana, tutta indistintamente, e i loro rappresentanti, non hanno mai voluto catalizzare e intercettare le gravi e croniche esigenze della nostra terra, impegnati sempre più a spostare il loro raggio di azione politico/programmatico verso il Nord del Paese, contraddistinti da densità demografica e grandi interessi sociali e, soprattutto economici.

     Come potremo sottrarci quindi, a un destino inarrestabile, già da tempo in atto e segnato da progressivo impoverimento ed emarginazione?  Secondo noi, diventa indispensabile dotarsi di una strumentazione partitica indipendente,  in forte contrasto con la partitocrazia nazionale, che, partendo dal basso, possa nel tempo creare una nuova Classe politica meridionale per  contribuire a meglio indirizzare e calibrare la politica di “casa nostra” per poter rivendicare con forza e credibilità quegli interventi strutturali non più rinviabili, necessari alla competizione e allo sviluppo di un moderno contesto sociale ed economico.

     Ecco l’attualità e l’importanza del tema dell’Autonomia, di una Autonomia istituzionale o statutaria mai compiuta e soprattutto di una Autonomia politica rispetto a un centralismo politico e partitico che finora ha sempre trascurato la Questione meridionale, indirizzando e condannando il Meridione alla desertificazione sociale ed economica.  

     Un’Autonomia osteggiata molto spesso anche da parte dei nostri conterranei, com’è purtroppo nella nostra tradizione culturale e che tante occasioni ci ha fatto perdere in passato che, però deve prevalere come unica alternativa al declino, alla povertà, alla insignificanza storica ed economica.

     Per questo ci auguriamo che la consapevolezza, la generosità e il coraggio si facciano strada, soprattutto tra i giovani, perché la marcia per l’Autonomia sarà lunga e irta di ostacoli, ma insieme potremo aprire nuovi orizzonti e nuove possibilità per le future generazioni e per la nostra terra in generale.  Noi per quanto ci riguarda, ci crediamo e  ce la metteremo tutta.

Grazie

Giovanni DE LAUSO 

Presidente A.M.